Aggiornato il: 30 Luglio 19

L'impresa in un libro

Luglio è stato per Accademia d'Impresa un mese all'insegna dei libri!
E che libri!

Durante la rassegna estiva "L'Impresa in un libro" organizzata per la prima volta da Accademia d'Impresa a Palazzo Roccabruna, tre autori (Andrea Bettini, Giulio Dellavite e Francesco Gubert) hanno raccontato le loro storie creando un'occasione di scambio con il pubblico sui temi più cari oggi agli imprenditori e ad un pubblico attento alle dinamiche attuali. Si sono intrecciate letteratura, economia ed esperienza professionale affrontando temi come il passaggio generazionale, l’evoluzione di nuovi modelli di business e la gestione del cambiamento all’interno delle organizzazioni.

Durante il primo incontro, nell'elegante Sala Conte di Luna di Palazzo Roccabruna, affollata per l’occasione, è stato presentato il libro “Non esiste un’unica stella. Perché le grandi imprese non si fanno da sole” di Andrea Bettini, edito da Franco Angeli: il libro parla di una coinvolgente vicenda aziendale sul cambiamento al vertice e sull’evoluzione degli stili manageriali.

Erano ospiti l’autore e Laura Calzavara, CEO di Punto Ciemme – nonché uno dei protagonisti del libro – presentati da Annalisa Zeni di Accademia d’Impresa.

“Andrea Bettini è uno storyteller che ha scritto vari libri  per narrare la storia di imprese italiane, attraverso le quali racconta l’evoluzione dell’impresa stessa in Italia” ha spiegato Annalisa Zeni, che con lo scrittore ha parlato della creazione dell’impresa: dal “fare”, come elemento che caratterizzava l’attività delle persone negli anni ’60, al “management” di oggi: “in questo salto l’autore definisce vari passaggi interessanti che possono essere da spunto per la costruzione di un’impresa”.

Laura Calzavara, la nuova responsabile della Punto Ciemme, azienda veneziana specializzata in allestimenti fieristici, succeduta al padre qualche anno fa, ha parlato del significato dell’essere pronte a guidare un’impresa, del significato di sentirsi raccontata da un altro, dell’innovazione portata in azienda, di com’è avvenuto il cambiamento e di come lo ha fatto “digerire” alle persone più scettiche: in sostanza, si è parlato del significato di essere imprenditrici.

Durante il secondo incontro, un folto pubblico ha atteso con curiosità la presentazione del libro "Se ne ride chi abita i cieli. L'abate e il manager: lezioni di leadership fra le mura di un monastero" di Giulio Dellavite, edito da Mondadori: un romanzo che permette al lettore, credente o non credente che sia, di guardare da un altro punto di vista quella sottile linea di confine tra il "potere" e il "poter fare" e di riuscire ad intravedere, ognuno nel proprio mondo, quel "poter essere" che è solo di chi sa che "se ne ride chi abita i cieli". 

L'autore, Don Giulio Dellavite - sacerdote, già Officiale della Congregazione dei Vescovi e attuale Segretario Generale della Curia di Bergamo - ha dialogato con Alberto Faustini, Direttore de "L'Adige", su temi utili ai manager di oggi come il pensare in ottica relazionale, la gestione delle organizzazioni, i modelli di leadership e le migliori strategie per affrontare il cambiamento, ragionamenti che sono stati accompagnati da una riflessione sulla dimensione più interiore e sulla propria umanità.

Infine la domanda delle domande "Cosa deve avere oggi un buon manager?" ha chiesto il giornalista all'autore: "Deve capire l'unanimità. Deve capire che le persone che ha davanti sono la sua vera risorsa. Non fate team building ma team holding, create legami, non ruoli", parole che sono rimaste impresse a tutti i presenti e che sicuramente rieccheggeranno nelle nostre orecchie discutendo di formazione.

Durante il terzo ed ultimo incontro, un pubblico di già fidelizzati alla rassegna e una numerosa presenza di operatori del settore ed appassionati di enogastronomia, ha visto la presentazione del libro "Novanta giorni. Diario di una stagione in alpeggio"
di Francesco Gubert, una pubblicazione indipendente sul mondo delle malghe vissuto in prima persona dall'autore stesso.

Intervistato da Maria Grazia Brugnara di Accademia d'Impresa, Francesco Gubert ci ha spiegato il messaggio che vuole trasmettere con la sua narrazione, una storia fatta di persone, di legami con il territorio, di autenticità, di tradizione, "perché se parliamo del formaggio di malga, abbiamo in pochissimi metri tutta la filiera: dall’erba al piatto". "Questa filiera la vedi, la tocchi, conosci le persone che ci stanno dietro, ne conosci l’onestà e ne respiri l’ampiezza, perché quando racconto il formaggio di malga sto raccontando un sistema: il paesaggio, la biodiversità, il presidio della montagna." "La storia che mi sento di raccontare", ha detto ancora Francesco, "è quella di prodotti autentici, veri, genuini e che hanno bisogno di essere valorizzati."

Il dialogo con il pubblico è stato intervallato da un'esperienza sensoriale di assaggio dell'oro della montagna, ovvero il burro di malga, prodotto raro che può essere assaggiato solo in questo periodo dell'anno, dal colore giallo intenso e dal profumo di fiori e di erba fresca. 

Tutti e tre gli incontri si sono conclusi con un assaggio di prodotti tipici del territorio offerti dall' Enoteca provinciale del Trentino creando un momento di condivisione e di commento a caldo dei temi affrontati.

Visto il successo della prima edizione - che ha visto la partecipazione di più di 150 persone - Accademia d'Impresa si impegna della programmazione di altre presentazioni per dare compimento alla strategia dell’apprendimento continuo, anche attraverso una serie di iniziative formative non tradizionali che hanno lo scopo di sensibilizzare il pubblico e gli operatori economici sui temi della formazione, dell’innovazione e del legame fra impresa e territorio.

#staytuned #accademiadimpresa #limpresainunlibro


NON ESISTE UN'UNICA STELLA
Perché le grandi imprese non si fanno da sole
di Andrea Bettini
edito da Franco Angeli

Una vicenda aziendale avvincente, tanto da diventare un libro sulla gestione del passaggio generazionale e sull'evoluzione di nuovi modelli manageriali.

INCONTRO CON:
ANDREA BETTINI
autore e storyteller dell'anima delle imprese. Scrive per Nòva Il Sole 24 Ore.

LAURA CALZAVARA
CEO di Punto Ciemme Srl, azienda di Venezia specializzata in allestimenti fieristici, spazi espositivi e showroom.

DIALOGA CON L'AUTORE:
ANNALISA ZENI
Accademia d'Impresa


SE NE RIDE CHI ABITA I CIELI
L'abate e il manager: lezioni di leadership fra le mura di un monastero
di Giulio Dellavite
edito da Mondadori

Come l'abito non fa il monaco, il ruolo non fa il manager. Attraverso la lente particolarissima della cultura monastica, una riflessione sui temi più cari ai manager di oggi: dalla gestione delle organizzazioni, alle strategie per affrontare il cambiamento.

INCONTRO CON:
GIULIO DELLAVITE
sacerdote, già Officiale della Congregazione dei Vescovi e attuale Segretario Generale della Curia di Bergamo.

DIALOGA CON L'AUTORE:
ALBERTO FAUSTINI
Direttore del quotidiano l'Adige


NOVANTA GIORNI
Diario di una stagione in alpeggio
di Francesco Gubert
Pubblicazione indipendente

L'esperienza vissuta direttamente in malga dall'autore, in veste di casaro, che crede ancora nel futuro delle malghe, ma solo attraverso la loro capacità di raccontarsi.

INCONTRO CON:
FRANCESCO GUBERT
dottore agronomo, formatore e blogger de ilDolomiti.it

DIALOGA CON L'AUTORE:
MARIA GRAZIA BRUGNARA
Accademia d’Impresa